TOHff 2008 | VIII

ARCHIVIO

Stiamo ultimando di caricare i materiali degli scorsi anni, a breve tutte le info sulle passate edizioni saranno disponibili.

We are finishing to load the materials of the past few years, soon all the details on past edition will be available.

Editoriale TOHff 2008 | Editorial TOHff 2008

TOHorror Film Fest 2008 | VIII Edizione

Follia

L’VIII edizione del TOHorror Fim Fest si apre il 29 ottobre al Café Liber e al cinema Empire, trattando il tema della FOLLIA.
Molti gli autori presenti in sala che, insieme agli ospiti, sono intervenuti nell’arco dei quattro giorni della manifestazione.
SS-Sunda, autore di “THE DIABOLIKAL SUPER-KRIMINAL”, in anteprima cittadina al Café Liber, così come “THE DIRT”, esordio alla regia per Simona Simonetti, sceneggiatrice di Dario Argento e Claudio Simonetti (compositore autore della colonna sonora di Profondo Rosso); la compagnia Lontani dal Centro che ha rappresentato lo spettacolo “IL LATO OPPOSTO”, creato appositamente per il festival; Ivan Zuccon, che al TOHorror ha presentato in anteprima nazionale al cinema Empire la sua ultima fatica “COLOUR FROM THE DARK” tratto da un racconto di H.P. Lovecraft.
Sino alla serata conclusiva che ha visto il professor Massimo Picozzi, criminologo e scrittore, affrontare con una sala ai limiti estremi della capienza l’inquietante tema della psicopatia violenta prendendo spunto, perché no, da alcuni fotogrammi segreti di Psycho…

LUNGOMETRAGGI | FEATURE FILMS

Beyond the grave
(Brasile, 2011 - 89’ - v.o. sott. ITA) di Davi de Oliveira Pinheiro

Dracula 0.9
(Spagna, 2011 - 88’) di Emilio Schargorodsky

El monstro del mar
(Australia, 2010 - 76’ - v.o. sott. ITA) di Stuart Simpson

Evil things - Cose cattive
(Italia, 2011 - 95’) di Simone Gandolfo

Gut
(Stati Uniti, 2012 - 90’ - v.o. sott. ITA) di Elias

Hidden in the woods
(Cile, 2011 - 100’ - v.o. sott. ITA) di Patricio Valladares

Inbred | VINCITORE/WINNER
(Regno Unito, 2011 - 90’) di Alex Chandon

La casa nel vento dei morti
(Italia, 2012 - 86‘) di Francesco Campanini

P.O.E. Project of Evil
(Italia, 2012 - 88’ - v. eng. sott. ITA) di Aa.Vv.

Zero killed
(Germania, 2011 - 81’ - v.o. sott. ITA) di Michal Kosakowski

CORTOMETRAGGI | SHORT FILMS

Agoghé
(Italia, 2011 - 10’) di Sebastiano Serino

Alistair
(Australia, 2010 - 11’ - Inglese sott. Ita) di Aaron Cartwright

Amnesia
(Israele, 2012 - 7’) di Erez Eisenstein

Apartment 15
(Italia, 2012 - 16’)di Mattia Puleo

Be folk
(Italia, 2012 - 6’) di Carla Marcialis

Dead Blood
(Italia, 2012 - 11’) di Pietro Tamaro

Dentro lo specchio
(Italia, 2011 - 10’) di Luca Caserta

Finis terrae
(Italia, 2011 - 13’ - Francese sott. Ita) di Alessandro Valori

Hawk
(Regno Unito, 2011 - 39’ - Inglese) di M.J. McMahon

Kangootomik
(Francia, 2011 - 5’) di Frèdéric Grousset

(In) modern society
(Italia, 2012 - 8’) di Andrea e Francesco Monticelli

Inhumane resources
(Italia, 2012 - 21’) di Michele Pastrello

Io sono morta
(Italia, 2011 - 13’) di Francesco Picone

La tanatoesteta
(Italia, 2012 - 26’) di Giovanni Giacobelli e Stefano Ricco

Le blanc c’est le meilleur
(Francia, 2010 - 5’ - Francese sott. Ita) di Greg Ruggeri

Legio XIII
(Italia, 2011 - 15’ - Latino sott. Ita) di Tiziano Martella e Davide Sacchetti

Silence
(Italia, 2012 - 10’) di Angelo e Giuseppe Capasso

Tanith
(Italia, 2012 - 15’) di Germano Boldorini

Tears
(Italia, 2012 - 6’) di Matteo Macaluso

The caller
(Grecia, 2009 - 15’ - Greco sott. Ing) di Bill Kalamakis

The path - No way out
(Italia, 2012 - 10’) di Marco Lamanna

Vadim
(Austria 2012 - 15’ - Tedesco sott. Ing) di Peter Hengl

Versipellis | VINCITORE/WINNER
(Italia, 2012 - 23’) di Donatello Della Pepa

SCENEGGIATURE | SCREENPLAYS

Al di là
(Italia, 2012) di Simone Menzio e Francesco Cacciatore

Bad things
(Italia, 2012) di Giacomo Di Biasio

Cogito ergo sum
(Italia, 2012) di Vincenzo e Stefano Pandolfi

Consegna a domicilio
(Italia, 2012) di Alessandro Concas

Deadly shots
(Italia, 2012) di Christian Repici

Il lumino acceso
(Italia, 2012) di Antonio Montefalcone

Il sidro delle vergini
(Italia, 2012) di Daniele Rutigliano e Francesco Malcom Trulli

Il tempo della vendetta
(Italia, 2012) di Gino Salvi

Inside of me
(Italia, 2012) di Giorgia Tagliavini

La furia
(Italia, 2012) di Giorgio Pirazzini

Morgana
(Italia, 2012) di Nicola Degobbis

Nel buio
(Italia, 2012) di Gianluca Soriani

Non svegliare il morto che dorme
(Italia, 2012) di Veronica Ribuffo

Oltre il confine
(Italia, 2008) di Riccardo Degni

Peccato di gola
(Italia, 2012) di Riccardo Sampino Mattarelli

Retrovertigo
(Italia, 2011) di Timothy Pagnotta e Marco Pacifici

Rooms
(Italia, 2012) di Nicola Lucchi

Sarcophaga
(Italia, 2012) di Luciano Filippo Santaniello

Spoiler
(Italia, 2012) di Alessandro Russo

The red death
(Italia, 2012) di Andrea Cavaletto e Antonio Baiocco

Turno di notte
(Italia, 2011) di Giampaolo Cufino

GIURIE | JURIES

Giuria Concorso Lungometraggi

Pasquale Ruju – Sceneggiatore fumetti Horror Show

 

Giuria Concorso Cortometraggi

Alex Visani – Regista
Enrico Venditti - direttore festival “Riparto da 6”

 

Giuria Concorso Experimental&Mutations

Sara Graziani – Costumista
Marco Testa - Videomaker

 

Giuria Concorso Sceneggiature

Turi Megazeppa - Dj
Maurizio Blatto - Giornalista “Rumore”

 

Giuria Concorso Colonne Sonore

Enrico Bartolino - Sceneggiatore

EVENTO CINEMA | CINEMA EVENT

Masks

(Stati Uniti, 2011 - 112′) di Andreas Marschall

Ammazzare all’italiana
Dopo il magnifico esordio con “Le Lacrime di Kali (Tears Of Kali)”, del 2004, il regista tedesco Andreas Marschall torna a donarci un’altra prova del suo talento: “Masks”, che ha già riscosso entusiasmi in vari Festival internazionali, approda al TOHorror come Evento Speciale, al Cinema Romano.
Il film è un appassionato tributo all’horror italiano anni ’70, molto amato dal regista, in particolare ai film di Argento, ma conservando sempre una propria originalità.
Masks” è ambientato in un teatro, rimanda a “Suspiria” ma non solo, mescolando abilmente citazioni e trovate innovative.
Da non perdere.

Killing the Italian way
After the awesome debut with “Tears Of Kali” (2004), the German director Andreas Marschall is back to give us another proof of his talent: “Masks”, which has already gathered enthusiasm in various international Festival, arrives to TOHorror as Special Screening Event, at Romano Movie Theatre. The movie is a passionate tribute to 70s italian horror, deeply loved by the director, a tribute in particular to Argento’s movies, but always preserving its own originality.
“Masks” is set in a theatre, it refers to Suspiria but also to much more, skillfully mixing homages and innovative ideas. Can’t afford to miss it.

 

Federico Zampaglione presenta il trailer ufficiale di “Tulpa”

La rinascita del Giallo all’Italiana
Dopo “Shadow”, Federico Zampaglione torna a spaventarci col suo nuovo thriller, “Tulpa”. Da un’idea di Dardano Sacchetti, storico sceneggiatore del nostro cinema fantastico e collaboratore di maestri come Mario Bava, Lucio Fulci e Dario Argento, una vicenda in bilico fra erotismo malato e incubi soprannaturali, una storia grondante sangue e perversione che è anche un atto d’amore nei confronti del thrilling italiano dei Seventies.
In occasione della proiezione del trailer ufficiale del film, sarà presente in sala il regista per salutare il pubblico e narrarci tutti i retroscena sulla sua ultima fatica cinematografica. Stay tuned!

The rebirth of the Italian Giallo
After Shadow, Federico Zampaglione is back to scare us with his new thriller, Tulpa.
From a concept by Dardano Sacchetti, a cult screenwriter of our Fantastic Cinema and collaborator of Maestros like Mario Bava, Lucio Fulci and Dario Argento, a plot which hangs in between sick eroticism and supernatural nightmares, a story that drips blood and perversion which is also an act of love to the 70s Italian thrilling. For the screening of the official movie teaser, the director will be present to greet the audience and tell us the behind-the-scenes of his last flick. Stay Tuned!

PANORAMICA | OVERVIEW

Panoramica “Sguardi / Obliqui”

Sguardi / Obliqui è una rassegna di film low budget prodotti in Italia, frutto della passione e dell’insana voglia di provarci. Si potrebbe dirli exploitation di casa nostra, houseploitation, se in epoca di nativi digitali questo termine avesse ancora senso. Ma intanto sanno essere intensi e brutali, fracassoni, morbosi e taglienti. La palestra dei talenti di domani.

Sguardi / Obliqui is a collection of low-budget film produced in Italy, passion fruit and dell’insana want to try. You could say you exploitation of our house, houseploitation, if in the era of digital natives had this term still makes sense. In the meantime, know how to be intense and brutal fracassoni, morbid and sharp. The gym of tomorrow.

 

Mad in Italy
(Italia, 2012 - 90’) di Paolo Fazzini
L’omicidio come fuga dalla crisi. Analisi inquietante dell’essere italiano in Italia. Da titolo.
The murder as an escape from the crisis. Analysis disturbing being Italian in Italy. By title.

Pyramid
(Italia, 2012 - 82’) di Aa.Vv.
La piramide, una forma semplice eppure densa di significati. E di poteri oscuri. Antologico.
The pyramid, a form simple yet full of meanings. And dark powers. Anthology.

Resurrezione di cuori
(Italia, 2009 - 74’) di Lorenzo Lepori
Un gangster e la reincarnazione della sua Isabella, un figlio psicopatico e l’autodistruzione della gang a colpi di delitti senza movente.
A gangster and the reincarnation of his Isabella, a psychopath son and the self-destruction of the gang, through a series of murders without motive.

Extreme Jukebox
(Italia, 2012 - 110’) di Alberto Bogo
Un disco maledetto, omicidi in serie e un prete metallaro. Che volete di più?
A cursed record, serial murders, and a metalhead priest. We want more?

FUORI CONCORSO | OUT OF COMPETITION (TOHff OFF)

Donato Sansone “Milkyeyes”

Donato Sansone (aka Milkyeyes), disegnatore e videomaker torinese, sta spopolando sul web con i suoi lavori.
Si diploma al Dipartimento di Animazione del Centro Sperimentale di Cinematografia e già nel 2004 il Bellaria Film Festival, su iniziativa del condirettore Daniele Segre, gli dedica una personale con tutti i suoi corti di animazione realizzati fra il 2001 e il 2003: “Milkyeyes”, “Donnalbero”, “Minigirevoli”, “Mutandinafina”, “Lovecube”, “SNC Video”, “Milkyeyescazzone” e poi “Natalemilky”.
Nel 2005 firma per gli Afterhours la regia del videoclip “La vedova bianca/White widow”.
Tra gli ultimi, gli imperdibili “Videogioco - Loop Experiment”, “Topo glassato al cioccolato” e “Grotesque”.
Donato è uno degli artisti più originali e talentuosi sul suolo italiano, un vero precursone, un pioniere.
Crudo e incomprensibile, profondo e dissacrante, cattivo, cattivissimo e puro. Geniale.
Donato Sansone (aka Milkyeyes), sketcher and videomaker from Turin, is all the fashion on the web with his works.
He graduated at the Animation Department of “Centro Sperimentale di Cinematografia” (Rome), and yet in 2004 the Bellaria Film Festival, following the idea of the joint manager Daniel Segre, dedicates a a retrospective to him, with all his animated short-movies shot between 2001 and 2003: “Milkyeyes”, “Donnalbero”, “Minigirevoli”, “Mutandinafina”, “Lovecube”, “SNC Video”, “Milkyeyescazzone” and “Natalemilky”.
In 2005 he directed the videoclip “La vedova bianca / White Widow” for the italian band Afterhours.
Among his most recent works, not to be missed “Videogioco - Loop Experiment”, “Topo glassato al cioccolato” and “Grotesque”.
Donato is one of the more original and talented artists in Italy, a real forerunner, a pioneer. Raw and unintelligible, deep and irreverent, wicked, really wicked and pure. Brilliant.

 

Road to Horror

(Prodotto dal TOHorror!)

Road to Horror” è un magazine tutto dedicato alla cultura del fantastico: un esperimento organizzato su alcune rubriche fisse e altre molto mobili in cui parleremo dei colossi della cultura fantastica e degli autori emergenti, con una decisa propensione alla scena indipendente, cinematografica e non solo. Di letteratura, fumetti e quanto ci riesce di trovare oltre lo specchio.
Con uno sguardo speciale al circuito indipendente, perché è lì che si assaggiano le cose più interessanti, dove il genere horror in particolare, per le sue caratteristiche anarcoidi, sembra ancora trovare le gemme migliori.
“Road to Horror” is a magazine devoted to the Fantastic culture: an experiment based on both permanent and very changeable sections in which we will talk about the giants of the Fantastic culture and the budding authors, with a strong taste for the independent scene, the cinematographic one, but not only. About literature, comic books and all we can find beyond the mirror. With a special glance and the indie circuit, because is there that the most interesting works can be tasted, in which especially the horror genre, still seems to find its best gems.

 

Last Monkey

Last Monkey” è una serie sul viaggio nel tempo, ambientata in un prossimo futuro in cui è possibile spostarsi nel tempo. Jane è un’assassina senza passato che compie, nel passato, omicidi su commissione per conto di un’organizzazione criminale. Nel corso di questi viaggi, scoprirà le sue vere origini, cambiando per sempre il suo futuro. Nata come omaggio al capolavoro di Terry Gilliam, 12 Monkeys (da qui il titolo) Last Monkey è una web series composta da 6 brevi episodi, incastrati tra di loro in un continuo gioco di specchi tra passato presente e futuro. Realizzata in una settimana di lavorazione, con un budget di appena 1500 euro, ha per protagonista Viola Sartoretto, giovane ma straordinaria attrice torinese formatasi alla European Union Academy of Theatre and Cinema (Eutheca). La sigla, così come alcuni dei brani presenti nel corso della serie, è degli LnRipley.
Last Monkey is a series about time travelling, set in a near future in which is possible to move across different eras. Jane is a killer without a past who kills, hired by a criminal organization, people in the past time. During these travels, she will discover her real origins, changing her future forever.
Created as a tribute to Terry Gilliams’ masterpiece “12 Monkeys” (from which the title), Last Monkey is a web series made of 6 short episodes, framed in each other in a continous mirrors’ game between past, present and future. Made in a week, with a budget of only 1500 euro, the main character is played by Viola Sartoretto, young but extraordinary Turin actress, trained at the European Union Academy of Theatre and Cinema (Eutheca). The title track, as well as some of the songs of the series, is by the band LnRipley.

INCONTRI | MEETING

365 racconti sulla fine del mondo

Lampi d’orrore aspettando gli Ultimi Giorni
Niente di meglio di una sana lettura per ammazzare il tempo in attesa dell’Armageddon (che, com’è noto, arriverà ad ammazzare tutto il resto): 365 racconti sulla fine del mondo – Edizioni Delos Books – è un’antologia tutta italiana composta da 365 instant short stories che costituiscono delle divertenti (e divertite) variazioni sul tema. Horror, fantascienza, umorismo, perfino storie d’amore: chi lo dice che l’Apocalisse deve essere noiosa? Saranno presenti all’incontro alcuni degli autori per reading e curiosità legate al progetto e ad altre iniziative editoriali.

Flashes of horror waiting for the last days
Nothing is better than a healty reading for kill the time waiting for the Armageddon (which, as you know, will kill everything else): 365 racconti sulla fine del mondo (365 tales about the end of the world) – Delos Books Editions – is an italian anthology collecting 365 instant short stories that are funny reworking of the subject.
Horror, Sci-Fi, humor and even love stories: who says that the Apocalypse has to be boring? At the event some of the authors will be present for readings and others curiosities about this and others publishing projects.

 

Cristiana Astori e “Tutto quel rosso”

Il ritorno di Susanna Marino in una Torino sempre più d’Argento
Prosegue il nostro viaggio fra i colori del thrilling con Cristiana Astori, fra le voci più innovative del nuovo gotico italiano. L’autrice presenterà il suo nuovo romanzo, Tutto quel rosso: torna Susanna Marino, indimenticabile protagonista del suo precedente thriller (Tutto quel nero – I Gialli Mondadori 3041) in una vicenda da brividi che oltre a costituire una sorta di sequel è anche un affettuoso omaggio al cinema di Dario Argento e alla città che meglio ne ha rappresentato la cornice, Torino. Il rosso, come di consueto, scorrerà a fiumi…

The return of Susanna Marino in the city of Turin, more and more D’Argento
Our journey into the colours of thrilling goes one with Cristina Astori, one of the most innovative writers of the new italian gothic. The author will introduce her new novel, Tutto quel rosso (All that red): Susanna Marino is back, the unforgettable main character of her previous thriller (Tutto quel nero – All that black – I Gialli Mondadori 3041) in a spine-chiller story that, besides being a sort of a sequel, it’s a loving tribute to the movies of Dario Argento and to the city which better represented their location, Turin. The red, as usual, will abundantly flow…

 

Claudio Chiaverotti e Brendon

Brendon: il guascone del dopo - Evento
Claudio Chiaverotti è uno sceneggiatore di fumetti decisamente attratto dal genere fantastico: esordisce con le strisce delle Sturmtruppen di Bonvi, per poi legare la sua firma alla storica casa editrice Bonelli per testate all’insegna dell’horror e della fantascienza/fantasy del calibro di Dylan Dog, Martin Mistere, Zona X; fino al lancio di una collana nuova basata su un personaggio di sua creazione, Brendon. Ambientata in un futuro post-apocalittico sospeso tra nuovo medioevo, perdute tecnologie e atmosfere magicosoprannaturali, la saga narra le avventure di Brendon D’Arkness, cavaliere di ventura al servizio non solo di chi lo paga ma anche degli innocenti in pericolo che lo muovono occasionalmente a compassione.
Un po’ mercenario, un po’ idealista: questo è Brendon. Gli ultimi giorni sono forse vicini ma gli eroi saranno ancora al nostro fianco…

Brendon: the braggart of the afterwards - Event
Claudio Chiaverotti is a comic scriptwriter clearly charmed by the fantasy genre: after his debut with the comic strips Sturmtruppen, popular series created by Bonvi, he bounded his name to the historic publishing house Bonelli for horror and sci-fi comics like Dylan Dog, Martin Mistere and Zona X. After that, he started a new series based on a character of his own creation, Brendon. Set in a postapocalyptic future suspendend between new and middle ages, with lost technologies and magic-supernatural ambiences, the series tells the adventures of Brendon D’Arkness, a knight of fortune serving not only who can pay him, but also innocent people in danger who, occassionally, move him to pity. Both a bit of a mercenary, and of an idealist: this is Brendon. Maybe the last days are close but the heroes will still be on our side…

 

Paolo Di Orazio e Chiruphenia

Il ritorno di un maestro del gore
Paolo Di Orazio è giustamente considerato uno dei padri fondatori del blood & gore letterario italiano. Uomo dai molteplici interessi (batterista in una rock band, sceneggiatore di fumetti, scrittore) muove i primi passi nell’editoria pubblicando per ACME le raccolte di racconti horror Primi delitti e Madre mostro; sempre per ACME cura la rivista a fumetti Splatter, costretta a chiudere dopo 23 numeri per ragioni di censura. In seguito si cimenta a tempo pieno nella letteratura sfornando numerosi romanzi dell’orrore, apprezzati dai lettori per i loro contenuti estremi. Di Orazio ci presenterà il suo nuovo thriller, Chiruphenia; ideato nel 1996 e rimasto a lungo nel cassetto, viene finalmente dato alle stampe questo viaggio oscuro nell’immaginario ad alto tasso di emoglobina che si snoda fra serial killers, esperimenti di chirurgia estrema e deliri messianici. Il Redentore sta per tornare e non è affatto di buon umore…

The return of a gore master
Paolo Di Orazio is ligitimately considered one of the founding fathers of the italian literary blood & gore. He’s a man with several passions (drummer in a rock band, scriptwriter for comic books, writer), started his publishing career for ACME, with the series of horror short stories “Primi Delitti” (First Murders) and “Madre Mostro” (Monster Mother); always for ACME he was the editor of the comic magazine “Splatter”, which was interrupted after 23 issues for censorship reasons. After this, he became a full time writer, publishing several horror novels, really appreciated by the readers for their extreme content. Di Orazio will present us his new thriller, Chiruphenia; conceived in 1996 and left in the closet for a long time, is now finally published, a dark trip into an imaginative with an high emoglobine rate, which lurks among serial killers, extreme surgery experiments and messianic deliriums. The Redeemer is about to come back and he’s not in a good mood at all…

PARTNERS TOHff 2008

Città di Torino (patrocinio)
Regione Piemonte (patrocinio)
Film Commission
Nocturno (media partner)
Horror.it (media partner)
BlahBlah
Cinema Romano
VideoPuntoZero
Insetti Malvagi
FantaFestival Roma
Zombie KB
Halloween Celebration
Subsfactory.it
Itasa

RINGRAZIAMENTI | THANKS

Davide Saggiorato, Gianluca Gozzi, Michele Berselli, Iacopo De Gregori, Blah Blah, Cinema Romano, Steve Della Casa, Federico Zampaglione, Andrea Lanza, Franco Forte, Stefano Boni, Claudio Bronzo, Lino Paoli, Halloween Celebration, Iggy Lee Kelvin, Marco Testa, Giulia Mola, Sara Graziani e Vincent Infante, le Restauratroci, Insetti Malvagi, Italian Subs Addicted, Subsfactory.it, Fanta Festival, VideoPuntoZero, Giovanni Polesello, Fabrizio Prest, Gianluigi Perrone, Roberto Del Piccolo, Rebekah Louisa Smith, Fabrizio Modonese Palumbo, tutti gli autori e le donne del TOHorror.