SABATO 21 OTTOBRE 2017 - In “Last Night”, bel drammone sci-fi del 1998 con cammeo cronenberghiano, l’umanità si trova a meno di ventiquattro ore dall’apocalisse ed è costretta a fare i conti con rimorsi e rimpianti in attesa di essere polverizzata. Per il TOHorror 17, arrivato alla sua last night, tutt’altro che apocalissi, rimorsi e rimpianti.
L’emozione per i risultati raggiunti quest’anno era palpabile già prima del tramonto, quando alle 16.00 al Greenwich gli autori di “Shanda’s River”, unico film italiano in concorso, hanno inaugurato la giornata fra ispirazioni all’horror storico di Argento e Fulci, ristrettezze economiche, tempi di ripresa assurdamente brevi, tutto condito con la tenacia di chi ama il cinema tanto da caricare a testa bassa e con furiosissimo sdegno gli ostacoli produttivi.
Nel frattempo al Blah Blah era ora di cortometraggi e fumetti, con “Nomen Omen”, realizzato e presentato dal duo Bucci-Camagni sotto l’egida Panini Comics. E mentre al cinema dopo “Shanda’s River” scorrevano gli episodi delle serie web, il cui premio è finito nelle mani pulp tricolori di “Hooked”, Franco Pezzini e poi Giovanni Arduino e Mauro Gariglio hanno parlato di libri, in particolare di “Le venti giornate di Torino” di Giorgio De Maria.
Calata la sera, Claudio Chiaverotti e Louis Nero si sono occupati di coronare questa edizione del Festival, che infine alle dieci (non) precise è passata ai bilanci, dai quali è emerso un netto vincitore almeno nella sezione lungometraggi: “Offensive” porta a casa due Mannaie (gli Oscar del TOHorror), compresa quella per miglior film.
L’opera di Jon Ford sta girando il mondo riscuotendo successo ovunque, e noi siamo stati felici di poter consegnare il premio direttamente al regista presente a Torino. Lodi anche a “The Black Gloves” e “Dis”, e nelle altre sezioni ai disturbanti gatti di “Call of Cuteness” e ai wormhole di “Einstein-Rosen”, riproiettati a capo di una festa di chiusura che ha fatto crepare il pavimento e sanguinare le pareti.

(Niente preview, stavolta: solo un grande grazie al pubblico del TOHorror.)

Lo staff del TOHorror Film Fest 2017 al completo